Una donna per amico

Io gli uomini non li capisco.
Sono limitati, mancano di sensibilità, ragionano spesso coi coglioni e poco col cervello.
Come dite? Anch’io sono un uomo? Sì, sono un uomo. Ho un apparato genitale maschile, molti peli, poche tette e mi piace la patata. Sì, sono decisamente un uomo.
Parafrasando il bel Renè Vallanzasca, potrei aggiungere che “non è che mi sento donna, ho solo il lato femminile un po’ pronunciato”.

Amo le donne, voglio stare fra di loro e vorrei essere come loro.
Se devo andare da un medico, preferisco che sia donna.
Se devo andare dallo psicologo, lo voglio donna,
Sul lavoro vorrei avere a che fare solo con donne.
Quando sono in compagnia, mi isolo dagli uomini e mi infilo nel gruppo delle donne.
Leggo solo riviste femminili.
I miei migliori amici sono donne.

Essere uomo e contemporaneamente misandrico non è facile, a volte odio anche me stesso.
Per me le donne hanno sempre ragione, e di conseguenza anch’io ho torto.
Ma non chiedetemi se voglio più bene alla mamma o al papà, la mia risposta potrebbe deludervi.

This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s